Dalla sua pienezza abbiamo ricevuto | Il Dio dei cristiani

Nel millenario cammino di riflessione sul mistero di Dio, il mistero trinitario è stato indagato dai credenti in due grandi direzioni.

Da una parte si è guardato alle sue opere esteriori come ad esempio la creazione ed il governo del mondo come pure la dimenticata divina provvidenza che accompagna tutto lo svolgersi della storia degli uomini e del cosmo.

Ci sono poi due opere particolarissime che attuano l’amorevole agire divino in favore dell’uomo: l’incarnazione del Verbo e l’inabilitazione dello Spirito Santo nell’uomo. In questo contesto tutta la creazione visibile ed invisibile ed in particolare l’uomo sono  fin dall’origine poste in relazione con il Dio trinitario.

Ma accanto a ciò, ed ecco la seconda direttrice di pensiero, c’è tutta una riflessione, una indagine accuratissima, che guarda alla vita interiore della Trinità. Qui la ragione davvero vacilla, solamente la luce della fede vissuta e pensata la tiene salda e ferma.

Soprattutto i grandi santi teologi ci hanno aperto una strada verso il mistero intimo di Dio, ci hanno spiegato come intendere la parola di Giovanni che “Dio è amore” (1 Gv 4,8)  cercando di scrutare, alla luce dello Spirito Santo, le sante parole del Vangelo, e capire qualcosa di ciò che accade “in Dio”.

Essi hanno cercato di illuminare questa vita intima e misteriosa che si svolge eternamente e perfettamente tra Padre Figlio e Spirito Santo.

Ilario di Poitiers, Gregorio Damasceno, Agostino d’Ippona, Tommaso d’Aquino, Bonaventura di Bagnoregio, solo per citare qualcuno, accanto a mistici e santi di ogni generazione, ci hanno lasciato pagine e pagine in cui attingere ciò che Dio stesso ha loro manifestato o la loro ragione illuminata dalla grazia ha compreso.

Proprio a questo livello c’è un grande insegnamento da cogliere.

Il punto di partenza di ogni opera divina è l’intimità di Dio e questa verità l’abbiamo appresa attraverso la vita e le parole del Figlio che da sempre abita presso il Padre dei cieli.

Da lui abbiamo appreso che nessuna opera esterna di Dio è slegata dalla sua intimità. Proprio da quella pienezza di amore che coincide esattamente con l’eterna e perfetta relazione di Padre Figlio e Spirito Santo si sprigionano tutte le opere esterne di Dio.  Senza quel fondamento – mai veramente conoscibile fino in fondo eppur intuibile – ogni opera divina perderebbe la sua verità d’origine e mancherebbe di spiegazione facendo ricadere sia l’uomo che il suo mondo in un non senso. Al contrario nella scoperta della conoscenza di questa vita intima sia l’uomo che il mondo apparirebbero nella luce di quel fondamento che è amore, parola, luce.

E noi? Noi che c’entriamo con tale visione?

In noi bisogna ammetterlo, il collegamento tra vita interiore e vita esteriore è più problematico a volte ingannevole.

Per un cristiano una certa schizofrenia spirituale è sempre possibile ma una volta riconosciuta prima o poi risulta insostenibile. così l’agire nel mondo scollegati dall’intimo provoca sicuramente disagio e sofferenza, perché non si può fingere al oltranza, ma al tempo stesso può spingere verso una sincera conversione e una riallineamento di coscienza e gesti.

Appare così molto chiaramente che noi siamo fatti ad immagine di questo Dio, dalla cui pienezza sorge il suo agire e nel suo agire ci viene incontro la sua vita la sua verità il suo amore, con la sola differenza che noi dobbiamo purificarci nell’intimo, ravvivarci nello Spirito, per essere perfetti nel nostro agire mondano comunicando al mondo una certa visibilità di Dio (cf. Mt 5,14-16).

Così il Dio dei cristiani ci mostra in se stesso il fondamento di ogni agire vero. Gettare un ponte tra verità di vita interiore e prassi è garanzia di autenticità umana.

In definitiva solamente a partire dal collegamento con l’intimo l’esteriorità umana trova la sua ragione, la sua forza, la sua verità.изготовление металлоконструкцийпоисковое продвижение сайта seoноутбук какой фирмы лучше купитьпродать ноутбукреклама билбордопределение позиции сайтаlegal translation serviceкистидевочки в мини юбках

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *