L’amore maturo del matrimonio | Romano Guardini (1885 – 1968)

“Il matrimonio non è semplicemente la realizzazione dell’amore immediato che fa unire l’uomo alla donna, ma la loro lenta trasformazione a contatto con l’esperienza della realtà.

Il primo amore non scorge ancora questa realtà.

L’esuberanza dei sensi e del cuore la circonda d’incanto, l’avvolge in un’atmosfera di sogno ed eternità. Si impone soltanto a poco a poco, quando l’uno scorge nell’altro la vita quotidiana, vede le insufficienze, i difetti.

Se allora accetta l’altro com’è, continuamente, attraverso tutte le delusioni, se porta insieme con lui sia le gioie e le pene dell’esistenza quotidiana come i grandi avvenimenti, dinanzi a Dio e con la forza di Dio, cresce a poco a poco il secondo amore, il vero segreto del matrimonio.

Esso è di tanto superiore al primo di quanto la personalità divenuta maggiorenne è superiore della giovinezza, e la maturità del cuore temprato alle lotte è superiore a quello che semplicemente si apre e si dona.

Si crea qualcosa di grande, ma attraverso molti sacrifici e rinunce. Sono necessari grande forza, profonda fedeltà ed un cuore coraggioso perché l’uomo non soccomba all’inganno della passione, alla viltà, all’egoismo, alla violenza”.

Così l’unione degli sposi con il Cristo crocifisso glorificato, vissuto nel sacramento del matrimonio, è l’aiuto di Dio per questo secondo amore.

R. Guardini, Il Signore, Morcelliana Brescia 2008, 371.legal translationростов никасноутбуки из китаянедорогой планшетузнать pagerankподбор ключевых слов для сайтацена реставрация паркетастатистика ключевых слов в гуглеосвещение светильники

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *