Teologia della Parola | Don Mik

In principio il Verbo

“La Costituzione Dogmatica Dei Verbum è il grande affresco che, consegnatoci dal Concilio Vaticano II, ha reso visibile ai nostri occhi la bellezza e lo splendore del mistero della Parola divina affidata alla Chiesa. Parola comunicata perché tocchi il cuore di ogni uomo ed apra la via alla salvezza. Il suo studio ci ha permesso di toccare con mano tutto il suo pregnante guadagno concettuale. In questo lavoro abbiamo cercato di ridare risalto ad una teologia della Parola dimenticata, percorrendo, dall’interno della fede, il sentiero concreto che questa parola compie, sull’intero fascio di elementi che caratterizzano la sua struttura ad intra e su tutte le sue implicazioni teologiche ad extra. L’attenzione ai testi del Concilio è stata posta all’interno di una domanda precisa, quella della possibilità di una definizione di una teologia conciliare della parola divina, che fin dall’inizio eviti di porsi in contrapposizione con questa o con quell’altra tendenza teologica, ma che cerchi, fin dove è possibile, di chiarificare un dato essenziale della Tradizione cattolica.

Nella presenza viva ed attuale della Parola-Evangelium abbiamo intravisto il mistero del Dio unitrino che si fa vicinanza di salvezza per ogni uomo. La Unitatis Redindegratio ci ricorda come la parola della Chiesa, quando si pone come esplicitazione della Verbo di Dio contenuto nelle Scritture sacre, assurge ad un altissimo compito, quello di essere: “eccellente strumento nelle mani di Dio” (UR 21). Il recupero del contesto trinitario cui la parola della Chiesa è posta, ci mostra come il cammino della Parola di Dio verso l’uomo si realizza nel comunicare la volontà salvifica del Padre mediante le parole del Figlio suo che invitano alla salvezza. Questa volontà di salvezza si realizza essenzialmente mediante l’opera dello Spirito Santo che tocca internamente il cuore e mediante la vox del ministro che esternamente la proclama. La nostra salvezza si compie precisamente nella possibilità di entrare in una relazione di ascolto amorevole e in un dialogo vero con il Risorto (Rm 10,17), tale relazione viene suscitata dalla parola divina ma si compie nella unione che si realizza nel dono dei sacramenti”.

D. Concolino, Teologia della Parola Per una comprensione sinfonica della Parola di Dio alla luce della Costituzione Dogmatica «Dei Verbum», Rubbettino, Soveria Mannelli 2006, 183.ручки для крышек сковородоксковорода воксумки планшетsamsung galaxytranslation and interpreting servicesпрограмма для проверки позиций сайтаenglish to french conversionSEO-продвижение корпоративных веб-сайтовигрушки недорого

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *